Caritas Aperta

 Da lunedì 12 a domenica 18 novembre 2018 la Caritas della Diocesi di Termoli-Larino, vivrà la prima Settimana del Povero. L’iniziativa è stata pensata e voluta come un tempo di “Caritas Aperta”: aperta ai poveri, agli ultimi, ai senza fissa dimora, agli stranieri, alle persone sole affinché possano trovare a colazione, a pranzo e a cena, e non solo a pranzo come d’abitudine, un luogo in cui consumare un pasto caldo e sentire l’affetto di una casa e di una famiglia: aperta, allo stesso tempo, anche agli studenti delle scuole, ai giovani e ai tanti cittadini per promuovere riflessioni ed esperienze sul senso della carità e del volontariato. Un’opportunità per conoscere i servizi offerti, gli operatori e gli ospiti dei servizi che ogni giorno si occupano di povertà, disagio, marginalità sull’intero territorio.

Nel Messaggio per la seconda Giornata mondiale dei Poveri (domenica 18 novembre 2018) dal titolo “Questo povero grida e il Signore lo ascolta”, Papa Francesco afferma: “In questa Giornata Mondiale siamo invitati a dare concretezza alle parole del Salmo: I poveri mangeranno e saranno saziati (Sal 22, 27). Sappiamo che nel tempio di Gerusalemme, dopo il rito del sacrificio, avveniva il banchetto. In molte Diocesi, questa è stata un’esperienza che, lo scorso anno, ha arricchito la celebrazione della prima Giornata Mondiale dei Poveri. Molti hanno trovato il calore di una casa, la gioia di un pasto festivo e la solidarietà di quanti hanno voluto condividere la mensa in maniera semplice e fraterna. Vorrei che anche quest’anno e in avvenire questa Giornata fosse celebrata all’insegna della gioia per la ritrovata capacità di stare insieme. Pregare insieme in comunità e condividere il pasto nel giorno della domenica”.

 

Il programma della settimana prevede:

- dal 12 al 18 novembre 2018 si offrirà alle 8.30 la colazione (in collaborazione con gli studenti dell’Istituto alberghiero di Termoli); alle 13 il pranzo a cura dei volontari della Caritas diocesana; alle 19 la cena in collaborazione con i giovani delle parrocchie della Diocesi.

Dal 12 al 16 novembre 2018:

- dalle 10 alle 13 laboratori, incontri e testimonianze per gli studenti delle scuole superiori della città di Termoli

Domenica 18 novembre 2018

- dalle 18 preghiera interconfessionale, cena e animazione a cura del clan Zenith – Archè Agesci Termoli 1

Tutte le iniziative si svolgono negli spazi della Cittadella della Carità in piazza Bisceglie, 1 nel centro storico di Termoli (piazzetta sopra la scala a chiocciola). L’evento sarà anche un’occasione per conoscere tutte le attività offerte dalla Caritas e di approfondire i servizi, i progetti e le opportunità di volontariato e formazione.

Il concorso fotografico  #FERMALINDIFFERENZA 

Per coinvolgere maggiormente i giovani studenti delle classi partecipanti al progetto, la Caritas diocesana di Termoli – Larino, in occasione della Giornata Mondiale del Povero, lancia un concorso fotografico aperto dal 12 al 25 novembre dal nome #FERMALINDIFFERENZA. Il contest è aperto a tutti, ma si chiederà in modo particolare ai ragazzi che parteciperanno alle attività, di scattare una foto che rappresenti la propria idea di povertà, il significato che si attribuisce a questa parola e che si vuole comunicare agli altri. La fotografia dovrà essere inviata sulla pagina Facebook Caritas Termoli – Larino o alla mail segreteria@caritastermolilarino.it. La foto che otterrà più like, dal 12 al 25 novembre, verrà utilizzata come copertina del Rapporto Caritas sulle Povertà e le Risorse 2019, un report realizzato dalla Caritas diocesana di Termoli – Larino in cui viene analizzato il contesto sociale, economico e relazionale del nostro territorio diocesano partendo dai dati del Centro di Ascolto.

“Invece un Samaritano, che era in viaggio, passandogli accanto lo vide e n'ebbe compassione. Gli si fece vicino, gli fasciò le ferite, versandovi olio e vino; poi, caricatolo sopra il suo giumento, lo portò a una locanda e si prese cura di lui. Il giorno seguente, estrasse due denari e li diede all'albergatore, dicendo: Abbi cura di lui e ciò che spenderai in più, te lo rifonderò al mio ritorno.” (Lc 10, 33-35)
Sono passati di qui utenti
Utenti on line: 43
Editoriale < Home