La Caritas italiana è l’organismo pastorale costituito dalla Conferenza Episcopale italiana al fine di promuovere, anche in collaborazione con altri organismi, la testimonianza della carità della comunità ecclesiale italiana, in forme consone ai tempi e ai bisogni, in vista dello sviluppo integrale dell’uomo, della giustizia sociale e della pace, con particolare attenzione agli ultimi e con prevalente funzione pedagogica.
Articolo 1 dello
Statuto di Caritas Italiana

È nata nel 1971, per volere di Paolo VI, nello spirito del rinnovamento avviato dal Concilio Vaticano. II. Ha prevalente funzione pedagogica, cioè tende, innanzitutto, ad educare, a far crescere nelle persone, nelle famiglie e nelle comunità, il senso cristiano di solidarietà. Per perseguire il suo impegno di formazione e informazione, la Caritas Italiana ogni anno propone un programma articolato in corsi, convegni, seminari di studio e approfondimento. In tal modo si risponde alla necessità di formare operatori e volontari che sappiano rispondere, con competenza, alle esigenze del territorio, contribuendo a promuovere una nuova cultura della solidarietà.

  • Compiti

    • Collaborare con i Vescovi nel promuovere nelle Chiese particolari l’animazione della carità e il dovere di tradurla in interventi concreti.
    • Curare il coordinamento delle iniziative e dei servizi di ispirazione cristiana.
    • Indire, organizzare e coordinare interventi di emergenza in Italia e all’estero.
    E, in collaborazione con altri organismi di ispirazione cristiana:
    • realizzare studi e ricerche sui bisogni per aiutare a scoprirne le cause;
    • promuovere il volontariato e favorire la formazione degli operatori pastorali della carità e del personale di ispirazione cristiana impegnato nei servizi sociali;
    • contribuire allo sviluppo umano e sociale dei paesi del Sud del mondo anche attraverso la sensibilizzazione dell’opinione pubblica.
  • La Caritas Diocesana

    La Caritas Nazionale si ripropone a livello di comunità diocesane, attraverso l'Ufficio Caritas Diocesano e le Caritas Parrocchiali che, radicate nel territorio, si attivano per dare concreta risposta ai bisogni e alle emergenze di quanti vivono situazioni di disagio.
    In questo senso è importante che ai progetti operativi si affianchino anche:
    • Uno studio articolato del territorio affinché la Caritas possa rispondere alle sue esigenze e progettare interventi di lungo periodo che non vadano semplicemente a risolvere l’emergenza, ma che sappiano arrivare alle cause e lavorare su di esse.
    • Percorsi di formazione per i volontari perché il servizio sia accompagnato e sostenuto da contenuti che sviluppino un autentico senso di carità cristiana.
    • Un lavoro di rete con il mondo ecclesiale e civile per cercare di costruire, insieme, percorsi ed itinerari di prossimità alle emergenze del territorio.
  • Ruoli e Funzioni

    • Presidente

      S.E.R. Mons. Gianfranco De Luca, Vescovo di Termoli-Larino. Stemma Vescovo Termoli-Larino

      Il Presidente della Caritas Diocesana è sempre il Vescovo.

    • Direttore

      sac. Marcello Paradiso

      Presbitero della diocesi di Termoli-Larino (Campobasso) " Vicario Episcopale per l'area "Salute vita fisica" è pertanto direttore della Caritas Diocesana di Termoli-Larino. Docente di teologia presso l'Istituto Teologico Abruzzese-Molisano (Chieti) e presso l'Istituto Superiore di Scienze Religiose di Pescara. Ha poi conseguito la laurea in Filosofia presso l'Università di Chieti e il dottorato in Teologia presso il Pontificio Ateneo S. Anselmo di Roma.

    • Vice-direttore Suor Angela Giuliani

      È laureata in Pedagogia alla LUMSA di Roma con una Tesi su “Adolescenza e Volontariato”. Sorella della Congregazione delle Suore della Carità dall’89 al 93 vive in Argentina, prima tra gli Indios Mapuche e poi nelle “Villas miseria”, baraccopoli della periferia di Buenos Aires. Dal 93 al 99 svolge la sua Missione in Paraguay a pochi kilometri dalla capitale Asunciòn. Qui dà inizio a due piccole scuolette che attualmente contano con più di 500 alunni, in collaborazione con i ministeri del Benessere Sociale e dell’Educazione del luogo. Nel 99 parte per il Brasile per fondare, insieme ad altre sorelle, una comunità delle Suore della Carità nello Stato di Goiàs, Centro Ovest del Brasile. Qui lavora nelle piccole “Comunità Ecclesiali di Base”, inserita nella pastorale diocesana. Con i “meninos de rua” bambini della strada, in collaborazione con il comune di Jussara da inizio alla “Creche Crianças crescendo” scuola materna a tempo pieno per i bambini costretti a stare per strada. Nel 2005 arriva a Termoli e nel 2007 assume l'incarico di Madre Superiora della Comunità delle Suore che offrono il loro servizio presso la storica casa del "Gesù e Maria", oggi, la "Cittadella della Carità. Attualmente si occupa dell'area Promozione Umana con particolare attenzione al rapporto con i Volontari e ai Servizi Primari della Caritas Diocesana (CdA, Mensa, Docce, Ambulatorio) ed inoltre, insieme agli altri membri dell'équipe caritas, cura il settore formazione delle Caritas Parrocchiali.

    • Vice-direttore Sig. Gianni Pinto

      Laureato in Sociologia, è in Caritas Diocesana dal 2002. Ha curato, in particolare nel periodo dell’emergenza terremoto, la fase di studio e di accompagnamento dei progetti diocesani. Ha conseguito la qualifica di “Consulente Maieutico nella gestione dei conflitti”, presso il Centro Psicopedagogico per la Pace e la Gestione dei Conflitti. Attualmente si occupa in maniera specifica della gestione operativa del Centro di Ascolto Diocesano, dell’Osservatorio delle Povertà e delle Risorse e dell’ambito della Formazione.

    • Animatori Progetto Policoro

      Il loro compito è quello di promuovere tra i giovani una riflessione sul mondo del lavoro e accompagnare gli eventuali gesti concreti (imprese individuali, cooperative etc.)

    • Pasquale Riccio

      Diplomato come ragioniere e perito commerciale e laureato in Economia Aziendale indirizzo Economia del Turismo presso l’Università degli studi del Molise, attualmente sta proseguendo gli studi di Laurea Magistrale in Imprenditorialità e Innovazione. Consigliere diocesano dell’Azione Cattolica dall’anno 2008.

DownloadsDownloads

“Invece un Samaritano, che era in viaggio, passandogli accanto lo vide e n'ebbe compassione. Gli si fece vicino, gli fasciò le ferite, versandovi olio e vino; poi, caricatolo sopra il suo giumento, lo portò a una locanda e si prese cura di lui. Il giorno seguente, estrasse due denari e li diede all'albergatore, dicendo: Abbi cura di lui e ciò che spenderai in più, te lo rifonderò al mio ritorno.” (Lc 10, 33-35)
Sono passati di qui utenti
Utenti on line: 9
Chi siamo < Home